Un'azienda può detrarre i dividendi pagati sulle obbligazioni?

Quando una piccola impresa emette un'obbligazione, prende in prestito denaro. La persona che acquista l'obbligazione presta i soldi della tua azienda in cambio di un ritorno sui suoi soldi. La tua azienda non rinuncia ad alcuna proprietà come farebbe con le azioni. Una persona che acquista azioni possiede una parte della tua azienda; un obbligazionista no. Paghi gli interessi sulle obbligazioni. In alcune occasioni, le società emettono obbligazioni come dividendo per gli obbligazionisti, ma questo crea una situazione fiscale diversa. È necessario essere consapevoli del trattamento fiscale degli interessi e dei dividendi sulle obbligazioni.

Interesse obbligazionario

Tutti gli interessi obbligazionari pagati dalla tua azienda sono deducibili dalle tasse. Lo conti come interessi passivi sul tuo bilancio e sull'Allegato C che accompagna la tua dichiarazione dei redditi. Gli interessi passivi sono una detrazione riconosciuta e probabilmente l'Internal Revenue Service (IRS) non lo metterà in dubbio.

Dividendi pagati

Se paghi un dividendo su un'obbligazione, quel dividendo non è deducibile dalle tasse. Un dividendo significherebbe che hai emesso più obbligazioni per gli obbligazionisti invece di contanti. Non si ottiene alcuna detrazione fiscale per l'emissione di questo dividendo.

Interessi pagati su obbligazioni emesse come dividendi

L'interesse che paghi sulle nuove obbligazioni che distribuisci è deducibile dalle tasse. In effetti, hai preso in prestito il pagamento degli interessi dell'obbligazionista che gli era dovuto e ora devi pagare gli interessi su quel prestito.

Pagamenti di interessi crescenti

Se emetti una nuova obbligazione come dividendo per gli obbligazionisti, aumenti i pagamenti degli interessi. Il tuo debito sta aumentando. Devi assicurarti di investire il denaro preso in prestito in beni che produrranno un reddito che possa aiutarti a ripagare il tuo debito.